INFORMITALIA SRL L'INFORMATICA AL TUO SERVIZIO - Informitalia srl unipersonale Verbania ITALIA l'informatica al tuo servizio Studio di consulenza informatica

Il sito e' realizzato con caratteri ad alta leggibilita'
Vai ai contenuti

Menu principale:

SCARICA QR CODE INFORMITALIA Codice SDI: K0ROACV
Cerca qui la P.E.C. dei tuoi clienti
Cosa fare per la Trasmissione dati fatture (nuovo spesometro)
IMPORTANTE!!
05.12.2018  Disponibile l'aggiornamento delle procedure INFORMITALIA SRL per la creazione file XML a norma per l'invio allo S.D.I. clicca qui per l'aggiornamento
20.09.2018 Disponibile l'aggiornamento delle procedure INFORMITALIA SRL per l'invio della Comunicazione Dati Fatture (nuovo spesometro) clicca qui per l'aggiornamento
EVENTI
il sito di METTI UNA SERA AL CINEMA
Software per la Gestione del Magazzino e Fatturazione

E' il software per la gestione aziendale completo che si rivolge alla piccola e media impresa italiana che ha voglia di crescere.
Fattura elettronica B2B La soluzione di INFORMITALIA

La soluzione di INFORMITALIA per l'invio, la ricezione e la conservazione delle Fatture Elettroniche: La piattaforma YOUDOX
              
Gentile Cliente
La presente comunicazione per proporti la soluzione INFORMITALIA SRL per gestire la fatturazione elettronica ed assisterti in questa nuova …avventura!!
COS’E’ UNA FATTURA ELETTRONICA?
La fattura elettronica è un documento informatico, un FILE, in formato XML, che contiene tutte le informazioni delle fatture che hai emesso finora in uno schema standard. Una fattura in pdf non è quindi una fattura elettronica nel senso inteso dalla normativa, così come non lo è una stampa cartacea.
La fattura ORIGINALE è infatti esclusivamente il file xml e per tale ragione deve essere conservato a norma di legge, mentre una sua stampa o una sua trasposizione in PDF rappresentano solo una copia e non possono sostituire l’originale.
COME FUNZIONA LA FATTURAZIONE ELETTRONICA?
La fattura elettronica deve essere trasmessa attraverso il SDI (SISTEMA DI INTERSCAMBIO), che in ultima istanza fa capo all’Agenzia delle Entrate. La fattura, una volta arrivata al sdì, viene da questo inoltrata al cliente sulla sua PEC o sulla piattaforma di ricezione identificata dal codice identificativo.
COME DEVO FARE PER EMETTERE UNA FATTURA ELETTRONICA?
Se già utilizzi un software per emettere le fatture, devi verificare che questo sia in grado di salvare il documento in formato xml. In genere, in questo caso, non dovresti avere particolari difficoltà perché si tratta solo di cambiare il formato di uscita del documento e probabilmente l’unica cosa che devi fare è aggiungere il codice identificativo, se ti è stato fornito, oppure la PEC del cliente. Se non conosci la pec del cliente puoi trovarla sull’indice ufficiale denominato INIPEC sul sito  https://www.inipec.gov.it/cerca-pec Gli step da compiere per inviare una fattura elettronica sono:
- Generazione del file
- Invio del file al sistema di interscambio
COME DEVO FARE PER RICEVERE UNA FATTURA ELETTRONICA?
La ricezione delle fatture elettroniche, che a prima vista non preoccupa, rappresenterà il vero punto focale di questa novità. Difatti, se non ci si organizza per tempo, la fattura elettronica arriverà sulla PEC in formato XML; a quel punto occorrerà salvare il documento e andare su appositi siti che consentono di visualizzarlo. La procedura sembra semplice ma quando si ricevono numerosi documenti diventa una perdita di tempo importante. In alternativa è possibile scegliere la ricezione su una piattaforma: questa è una sorta di area riservata in cui il contribuente può accedere e vedere tutte le fatture ricevute da qualsiasi fornitore in maniera semplice e rapida. Per ricevere le fattura su una piattaforma è necessario comunicare ai fornitori e all’agenzia delle entrate il codice identificativo fornito dalla piattaforma medesima (codice SDI)
UNA VOLTA RICEVUTA LA FATTURA ELETTRONICA, LA POSSO STAMPARE E CONSERVARE?
Quando ricevi una fattura elettronica sei libero di stamparla per leggerla più comodamente. Tuttavia, a differenza di quello che succede oggi, se conservi la copia cartacea questa non ha valore. Difatti il documento originale è un file informatico in formato xml e quello deve essere conservato in digitale secondo specifiche norme di legge.
INFORMITALIA SRL  propone una soluzione completa per la gestione dell’adempimento, attraverso la piattaforma YOUDOX, di cui si spiegano principali vantaggi e caratteristiche di seguito.
CREAZIONE FATTURE
Se emetti numerose fatture ti conviene scegliere un software di fatturazione che gestisca le fatture elettroniche. Se invece ne fai solo qualcuna allora puoi utilizzare piattaforme web per emettere direttamente la fattura.
Tutti i software gestiti e promossi da INFORMITALIA SRL saranno idonei all’uso della piattaforma YOU
SOLUZIONE PROPOSTA DA INFORMITALIA SRL :
utilizzo della piattaforma YOUDOX !!  Questa soluzione è fruibile su web da qualsiasi browser con accesso riservato, è molto semplice da utilizzare e consente sia di inviare un pacchetto di fatture xml create con un gestionale (esempio gestionale INFORMITALIA SRL, MAESTRO, EVOLUTION, WINCOGE,o quello che stai usando ora), sia di compilare manualmente le singole fatture elettroniche compilando un modulo online
RICEZIONE FATTURE
Per ricevere le fatture puoi scegliere se riceverle sulla tua PEC oppure su una piattaforma di ricezione. Ti consiglio vivamente di non ricevere le fatture sulla tua PEC ma di attivare un servizio di ricezione su una piattaforma.
In questo caso sarà opportuno comunicare ai fornitori il codice identificativo della piattaforma stessa  (CODICE SDI), nonché indicarlo all’Agenzia delle Entrate. In questo modo, se il fornitore emetterà fattura con PEC perché non ha ricevuto il codice identificativo, il SDI provvederà comunque a mandarlo sulla piattaforma.
SOLUZIONE PROPOSTA DA INFORMITALIA SRL :
Attraverso la piattaforma YOUDOX (eventualmente utilizzata per l’invio) consente la ricezione delle fatture elettroniche. Potrai quindi monitorare facilmente le fatture ricevute
CONSERVAZIONE FATTURE
La piattaforma Youdox si occupa della conservazione secondo la vigente normativa per 10 anni. La piattaforma ti mettera’ a disposizione un pannello di controllo per la visualizzazione di tutti i processi.
Il costo della piattaforma YOUDOX è di 40 euro/anno senza limite sul numero di fatture emesse/ricevute
INFORMITALIA SRL per garantire la massima professionalita’ e garanzia si avvale dell’’esperienza dello Studio MUZZARINI & PARTNERS SRL Societa’ tra professionisti – Commercialisti e Consulenti d’impresa di Verbania
Per confermare la tua adesione alla piattaforma ti invito a compilare il form che trovi a questo link: dove ti invito a indicare una tua mail attiva  a cui inviare le credenziali di accesso.
Grazie per la cortese attenzione
Informitalia srl
L’amministratore Unico  Eugenio D’ANDREA
SOFTWARE
VENDITA/ASSISTENZA HARDWARE
SICUREZZA INFORMATICA
ASSISTENZA SOFTWARE
clicca qui per ottenere assistenza
CREAZIONE SITI WEB
RETI WIFI , HOT SPOT per HOTEL e CENTRI CONGRESSI
RETI AZIENDALI
PROMOZIONE EVENTI CULTURALI
IMPORTANTE!!
NEWS

Approvato dal Consiglio dei Ministri il Decreto Fiscale, insieme alla Legge di Bilancio 2019: le novità e le semplificazioni in tema di fatture e corrispettivi.         
     
Via libera del Consiglio dei Ministri al Decreto Fiscale e al disegno di Legge sul Bilancio per il 2019. IlDraft Budgetary Plan sarà inviato a Bruxelles entro le prossime 24 come previsto, fa sapere il premier, Giuseppe Conte, a margine del CdM.

Fattura elettronica
   
Verso la manovra, novità su pace fiscale e fattura elettronica
        12 ottobre 2018      Tra le novità del Decreto Fiscale, contenente “Disposizioni urgenti in materia fiscale” e approvato dal CdM, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, quelle relative alla fatturazione elettronica.
Il Governo conferma l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica dal 1° gennaio 2019, ma vengono ridotte le sanzioni per i primi sei mesi di applicazione di questa importante novità fiscale, per consentire a tutto di adeguare i propri sistemi informatici.
Le semplificazioni introdotte riguardano:
  • la possibilità di emettere le fatture entro 10 giorni dalla operazione alla quale si riferiscono;
  • l’annotazione nel registro va effettuata entro il giorno 15 del mese successivo all’emissione della fattura elettronica;
  • l’abrogazione dell’obbligo di registrazione progressiva degli acquisti.
Corrispettivi telematici
   
Guida aggiornata alla Fatturazione Elettronica
        5 ottobre 2018      Il Decreto Fiscale introduce inoltre l’obbligo di memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi, eliminando alcuni adempimenti contabili come l’obbligo di tenuta dei registri e conservazione delle fatture e degli scontrini. In parallelo l’Agenzia delle Entrate avrà un maggiore controllo e potrà agire in modo meno invasivo.
Tale obbligo scatterà:
  • dal 1° luglio 2019 per chi ha un volume d’affari superiore a 400 mila euro;
  • dal 1° gennaio 2020 per gli altri.



L’art. 4 del DL 193/2016 ha abolito lo spesometro annuale e introdotto, con decorrenza dal 1° gennaio 2017, la Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute. Tale novità è volta a fornire all’Agenzia delle Entrate uno strumento in più contro la lotta all’evasione fiscale. Il nuovo adempimento, infatti, unitamente alla Comunicazione liquidazioni periodiche IVA, dovrebbe consentire all’ente statale un maggiore ed immediato controllo tra i dati comunicati e i versamenti effettuati dai contribuenti e una più efficace comunicazione tra i soggetti coinvolti.

La Comunicazione dati fattura consisterà nell’invio dei dati relativi alle fatture emesse, quelle ricevute, comprese le bolle doganali, e le note di variazione.

Per ogni singolo documento, in base all’art. 4 del DL 193/16, dovranno essere comunicati:

i dati identificativi dei soggetti coinvolti;
data e numero fattura;
la base imponibile;
l’aliquota applicata;
l’imposta;
la tipologia dell’operazione.

Come evidenziato nella Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 1/e di febbraio 2017, possono non essere comunicate le fatture elettroniche emesse e ricevute se già acquisite tramite il Sistema di Interscambio (SDI), “se ciò risulta più agevole” per il contribuente.

Soggetti obbligati ed esonerati
Clicca qui

Sono tenuti all’invio dei dati delle fatture emesse e ricevute i soggetti passivi IVA, compresi enti non commerciali, soggetti non residenti con stabile organizzazione in Italia e soggetti che hanno esercitato l’opzione ex art. 36 bis.

Sono totalmente esonerati:

agricoltori in regime di esonero (con volume d’affari non superiore a € 7.000) operanti in zone montane;
contribuenti in regime fiscale agevolato (minimi e forfetari).

Sono tenuti all’invio dei soli dati delle fatture emesse:

enti/associazioni in regime speciale 398;
agricoltori non operanti in zone montane.

LA SEDE...

 INFORMITALIA
Il servizio è gratuito e non richiede nessuna registrazione.
Cosa sono i FEED RSS ?

 © Informitalia srl Unipersonale vietata la riproduzione anche parziale dei loghi

© 1990-2019 Informitalia srl Verbania (VB) Italia Tel/Fax . +39 0323502224 Partita Iva IT01339320036
Torna ai contenuti | Torna al menu